Non ha la incommensurabile grandezza, la irresistibile magnificenza né, sopra tutto, la radiante bellezza dei ghiacciai; ma possiede tutta la loro caratteristica forza, tremenda e irresistibile. Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà. 101 aforismi e frasi contro la paura. Abbiamo udito muggiti interni, fischi, colpi di pietre, e fummo obbligati ad allontanarci rapidamente dal cratere a causa delle pietre che lanciava. La insolita vivacità che lo animava, presentava ai nostri sguardi uno di quei grandi spettacoli della natura, davanti ai quali ci sentiamo forzati a contemplare attoniti e silenziosi. Direttore responsabile: Salvatore Russo Made with by Chiocchetti Web Solutions Vigneti sulle pendici. Altrove è un fiume, forse, altrove un lago, altrove l'aria pestilente. L'incedio sul Vesuvio di queste ultime ore ha delle proporzioni drammatiche. Discussione. “Tutto è azzurro a Napoli. La forma è solo il risultato della forza di gravità, da trasportare e dei sussulti dell'eruzione. Ieri sono salito sul Vesuvio: la più grande fatica che abbia fatto in vita mia. “Per la sua bellezza e per la sua fecondità gli Dei si contendono il possesso della città.” Lo storico greco Polibio afferma che Napoli è la città più bella in assoluta e nessun altra può averne il primato. Un libro per tutti e per nessuno è il titolo di un celebre libro del filosofo tedesco Friedrich Nietzsche, composto in quattro parti fra l'agosto 1881 e il maggio 1885. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 28 lug 2020 alle 21:24. Il vecchio cratere di Pompei. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo.” Con queste parole lo scrittore francese Stendhal descrive ed ammira Napoli, da lui considerata la città più bella al mondo. Non c'è solo la storia delle eruzioni, la storia delle scoperte scientifiche della cultura vulcanologica e naturalistica, c'è anche quella dei grandi viaggiatori europei, attratti dall'unica montagna vulcanica continentale attiva d', Il Vesuvio rappresenta quindi il primo vulcano della storia di cui è stata descritta scientificamente un'attività eruttiva. Pochi giorni prima dell'eruzione vidi il fenomeno descritto da. L’economista, banchiere e politico italiano Carlo Azeglio Ciampi morì a Roma il 16 settembre 2016. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Sul cratere c'è un piccolo pan di zucchero, che getta delle pietre rosse ogni cinque minuti. (, Il Vesuvio, dopo i ghiacciai, è la più impressionante esibizione delle energie della natura che ho mai visto. Oh, mirabile senso di fiducia! Il sorgere del sole in sul Vesuvio è magico spettacolo, però le ascensioni soglionsi regolare secondo i tempi e le stagioni, per trovarsi presente a quel sorgere. Discussione. 10. (Stendhal) Grande civiltà di Napoli: la città più civile del mondo. Intere aree protette, alberi, vegetazione, animali tutto in fumo. Da lì vidi una vasta cavità, piena di un fumo che mi impediva di vederne il fondo e la forma. Ben presto ho “sentito” la città. Uno spettacolo straordinario! Questo vulcano, come ognun sa è visibile da tanti punti del nostro. La Bersagliera! “Parto. Citazioni sugli Scavi archeologici di Pompei e sull'antica città di Pompei.. All'archeologo, all'artista, al frettoloso touriste questo spettacolo non cessa, sì, di offrire, ogni volta che n'è interrogato, la svariata quantità e qualità de' suoi particolari, materia di studio e conoscenza dell'antico, materia di raro allettamento estetico, d'insospettata e immensa sorpresa. Vesuvio Live è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torre Annunziata n. 11 del 8/09/2015. Frasi Buone Feste (24) Frasi Capodanno (50) Frasi Compleanno (28) Frasi Epifania (14) Frasi Natale (70) Frasi Pasqua (32) Frasi Autostima (60) Frasi Bambini (95) Frasi Belle * Frasi BELLISSIME ! Il Vesuvio è il core, è l'anima, è il sunto di tutti gli splendori del. Fiumi di sangue sgorgavano dalle sue rosse fauci spalancate, e la terra, il cielo, il mare tremavano. Vi son salito lo scorso sabato con mio nipote lord Greville. Anche la lava è sovente bella a vedere. Anche la malinconia è azzurra.” Libero Bovio afferma che in ogni situazione Napoli è sempre splendente: il colore azzurro, come quello del suo cielo, fa da sfondo alla moltitudine di persone e di cultura che colorano questa meravigliosa città. Rita Levi Montalcini è stata una delle figure più importanti del Novecento in ambito medico e scientifico: la sua biografia e le frasi celebri ne sono una testimonianza. Sta come studio candido di cigni; Il nero Vesuvio leva il capo, cinto di rossi riccioli.” Bellissime e cariche di emozione sono le parole di Hans Christian Andersen per Napoli. Il vulcano è l'essenziale, la città è l'accessorio. Il Vesuvio! Tra le citazioni più celebri che riassumono la sua personalità, è possibile ricordare i seguenti concetti, relativi allo spirito nazionale e comunitario: “Tra i monti viola dorme, Napoli bianco vestita, Ischia sul mare fluttua. Sembra quasi procedere con saviezza, Il Vesuvio minaccia sempre nuove prede, e. È il vulcano con la più alta concentrazione di crimini ambientali, potendo vantare per il recente passato il triste primato di discariche abusive e non, con il deposito di materiali anche tossici, di abusivismo edilizio, di incendi boschivi, di cave abusive e di un controllo del territorio da parte di organizzazioni malavitose. Chi non ne ha? The latest Tweets from Frasi Napoletane (@FrasiNapoletane). L'albero di fuoco che usciva dalla sua gola affondava profondamente nella volta celeste, scompariva negli abissi superni. © 2019 Vesuvio Live. 101 frasi sull'Atteggiamento Mentale più belle di sempre. «A Marechiaro ce sta 'na fenesta»! L'aria di quel luogo è allora offuscata dalla pessima esalazione, e lungo quasi tutta l'Italia si conosce quando quella furia si smuove. Ce nasce gente ca’ senza cuncierto  scenne p’ ‘e strate e sape recità.” Il mitico Eduardo De Filippo afferma che il popolo napoletano è per sua natura incline all’arte e all’enfasi dei sentimenti, per cui quando si passeggia per le strade è come se ci si trovasse in un teatro a cielo aperto. (, Il Vesuvio è un monte, da ogni parte isolato, che si eleva con dolce pendio, direttamente dal mare, nell'angolo meridionale della, Il Vesuvio urlava nella notte, sputando sangue e fuoco. (, Romba, romba il Vesuvio, proprio su noi, proprio su tutti: alto è l'incendio del cratere, oramai, nella sera che discende: si erge, spaventosa, innanzia noi, la duplice massa bruna e mostruosa delle due lave immota: ardono, esse, profondamente, le lave: e, intanto, una pazzia è nelle persone, popolani, contadini, signori, indigeni, napoletani, stranieri, come una tragica gazzarra è intorno a quel passaggio di tragedia, fra il pericolo appena scongiurato di ieri, fra il pericolo non scongiurato di questa notte, di domani! L’indistinta massa del Vesuvio fu presto in vista. Si nà zingher Lingua Napoletana o dialetto napoletano? Egli possiede il fascino della ferocia tranquilla, le attrattive della bellezza ruvidamente accoppiata alla modestia; è il gran delinquente dalle bellissime forme che tutti ammirano perché è feroce, che tutti amano perché è bello. La cosa diabolica è arrampicarsi sul cono di cenere. Vesuvio Live è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torre Annunziata n. 11 del 8/09/2015. (, Di un unico male soffre infatti quella provincia travagliata per non godere di una piena felicità, turbata com'è frequentemente dalla crudeltà di questo timore. La scissione insuperabile fra il mondo degli atomi e dell'energie e il principio della forma creatrice. Crederà mai la futura generazione degli uomini, quando di nuovo verdeggeranno le messi, quando ormai si copriranno di verdi erbe questi luoghi ora deserti, che sotto i loro piedi giacciono sepolte città e popolazioni e che antichissime campagne sono state da per tutto inghiottite dal mare? Nella montagna esiste ancora una grande apertura, chiaro testimone dell'avvenuto incendio. 4. [...] La lava, come il ghiaccio, striscia continuamente con un suono crepitante come quello del fuoco che si spegne. Erano mormorii, singhiozzi, muggiti, scuotimenti, come onde in tempesta; e di tanto in tanto uno strepito simile a un tuono o a un cannone, accompagnato da un rumore di cocci infranti, come quello che fanno le tegole quando cadono dai tetti sulla strada. Poesie d'Amore in napoletano. Il tempo era calmo e bellissimo: la lava splendeva contro il suolo buio come un'immensa costellazione, e la luna diffondeva più luce che al Nord il mezzogiorno in una giornata coperta d'autunno. (. Da tre giorni è ricomparso il fuoco alla cima del Vesuvio, e intorno alla montagna si sono sentiti dei terremoti. 2 Dicembre 201020 Febbraio 2018 Gennaro. (, E poi d'improvviso appari lungo la strada, Vesuvio. Briosa, svagata, scapigliata, elegante, vi si alternavano splendide feste a chiassose mattane, spettacoli di eccezione a banchetti pantagruelici, gite a Capri, ad Ischia, sul Vesuvio. Dal mese di novembre fino al 28 marzo 1766, giorno in cui iniziò l'eruzione, il fumo aumentò e fu accompagnato da ceneri che si diffusero e danneggiarono i vigneti. Napoli, Campania Frasi Aforismi - Frasi e Aforismi, Citazioni in Libertà. Tutto profumato e inghirlandato ma anche tutto pericoloso. (Salvatore Gaetani) In Europa ci sono due capitali: Parigi e Napoli. “Napule è ‘nu paese curioso: è ‘nu teatro antico, sempre apierto. (, Se in una bella mattinata, prima che arrivi la schiera dei visitatori, camminiamo tra i vicoli della resuscitata, Si narra parimenti, essersi anticamente acceso il fuoco sotto il Vesuvio, e bollendo essersi versato inondando le vicine campagne: onde quella pietra che si chiama ora spugna, o sia pomice Pompeiana, pare che sia stata un'altra sorta di pietra ridotta poi dal fuoco a questa qualità. 6. 101 frasi più belle di Paolo Villaggio. Visualizza altre idee su Citazioni, Riflessioni, Parole. (Renato Fucini) La parola "scrittura" mi evoca mille emozioni diverse, che spaziano dalla gioia alla pace, dallo stupore alla soddisfazione. L'aspetto del Vesuvio, quella notte, era troppo solenne. Al Vesuvio a dorso di cavallo. Dal giorno che vide l'ultima rovina di Ercolano e di, La pura materia morta come campo da gioco delle energie. Ho solo osservato che il fumo era maggiore con il tempo cattivo che non con il buono; e ho spesso udito da Napoli le esplosioni interne del monte, quando il tempo era cattivo. Mi accorgo di come la tua assenza abbia reso in questi anni i miei orizzonti vuoti. 2. Aggrappato alla guida. 101 aforismi e frasi sulla buona notte più belli di sempre. I contadini odierni chiamano frequentemente tutto questo monte la Somma. (. Come nube purpurea; La neve tra i crepacci. Molti attori, poeti, scrittori e non solo hanno elogiato la bellezza della città di Napoli dedicandole pensieri e parole che descrivono le sensazioni suscitate alla vista dei luoghi più suggestivi riportando anche varie considerazioni sui napoletani e le loro usanze. (, Questo Vesuvio, mia buona amica, è uno spettacolo imponente ed augusto. La montagna è così vicina alla, Santo Iddio, che figluolo addormentato che mi è toccato mettere al mondo. Forse entro un mese tutto ciò sarà cambiato. Luci brillanti. Oggi che l’incendio sul Vesuvio riempie gli occhi di orrore, io ho bisogno di bellezza! Quando sono stato alla sommità del Vesuvio con il bel tempo ho trovato così poco fumo che mi era possibile vedere bene nel cratere, le cui pareti interne erano incrostate di sali e minerali di colori diversi, bianco, verde, giallo carico e giallo pallido. All'ombra del Vesuvio, la città partenopea è da sempre fonte di ispirazione per poeti, artisti, comici e scrittori. Contentiamoci dunque come un poeta diceva: Nel cominciamento delle eruzioni vedi sull'alto sovente, un rosso rubino, un punto infuocato: in breve quel rubino, quel carbonchio, screpola, e manda giù le scorie che rivelano il fuoco precipitevole. “Napoli! Link per maglie, felpe e accessori con stampa del Vesuvio realizzate da me ⬇️. 101 frasi celebri di Totò Tutti i diritti riservati. La vista del Vesuvio e di altri luoghi appagano l’animo e dando un senso di infinita pace. 7. (, Davanti a me il Vesuvio. Prima dell’alba siamo passati tra Capri e il Continente e siamo entrati nel Golfo di Napoli. Ecco il Vesuvio, poc'anzi verdeggiante di vigneti ombrosi, qui un'uva pregiata faceva traboccare le tinozze; Il 17 aprile 1717 con molta difficoltà giunsi sulla cima del Vesuvio. Frasi e aforismi originali e celebri su Napoli in italiano Una delle più celebri frasi su Napoli è “Vedi Napoli e poi muori”. (, E là, di fronte a noi, tutto avvolto nel suo mantello di porpora, ci apparve il Vesuvio. 1. Avevo assistito, anni addietro, a una eruzione del Vesuvio; ma quale differenza tra quella e questa del monte siciliano. Durante un anno intero non ho notato alcuna variazione degna di nota nel Vesuvio. (, Il cuore che batte, il respiro affannato, il tappeto di fiori che si straccia sotto i nostri passi, insetti che ci sfiorano ronzando – creano insieme un ritmo selvaggio, disperato, anapestico. Benedetto Croce ha definito la nostra città “Un paradiso abitato da diavoli” in quanto il suo fascino e le sue meraviglie si scontrano ogni giorno con i suoi problemi e i suoi aspetti negativi. Ah, come tornerei volentieri a Napoli!” Totò - Antonio Lumaconi Tuttavia non pensiamo ora che ora l'evento sia così severo: si hanno infatti segnali violenti in anticipo, affinché le avversità possano essere più tollerabili. Una delle scene meglio riuscite del celebre e delizioso film Il primo vulcano al mondo in cui è stata descritta la flora e o rapporti tra questa e le attività eruttive è, neanche a dirlo, il Vesuvio. 5. Omaggio ad Eduardo De Filippo: domani sarà il 35esimo anniversario dalla sua morte, Da Totò ad Eduardo, le più belle poesie d’amore in napoletano, Gigi Savoia fa rinascere il Teatro Napoletano: ecco la compagnia stabile per i giovani, Napoli Movietour: visita guidata tra il cinema e la storia dei Quartieri Spagnoli, Pozzuoli, sacchetti della spazzatura contro De Luca: “Deve dimettersi subito”. “Napoli è una città che brulica di vita e di storia, ha avuto un passato grandioso e ha energie non solo per partecipare a un futuro, ma anche per precederlo.” Erri De Luca ci ricorda che nonostante le avversità, i napoletani riescono sempre ad andare avanti, trovando una soluzione ad ogni problema. di più su questa frase ››. perroscallejerosdepionono . “A volte penso addirittura che Napoli possa essere ancora l’ultima speranza che resta alla razza umana.” Luciano De Crescenzo definisce i napoletani come fonte di generosità, creatività, in grado di trasmette calore umano e positività. “Credete che al napoletano basti la Madonna del Carmine? Frasi Celebri e Famose L’uomo produttivo, il milanese, preferisce la doccia: consuma meno acqua, meno tempo e si lava meglio. 9. “Le grandifortune del genere umanosono dentro di noi, ed a portata di mano; ma noi chiudiamo gli occhi, e, come personenel buio, cadiamo inciampando sulla cosa stessa che stiamo … Frasi e aforismi su Firenze, una delle città italiane più belle che riesce ad incantare tutti con il suo immenso fascino. Sfortunatamente non posso vederlo dalla mia finestra; lo si vede però da qualsiasi posto, anche solo a cento passi dalla mia casa, come un immenso fanale nella notte. I pensieri prendono forma attraverso le parole improntate su carta. Scopri di più. Siamo stati trattenuti a bordo fino alle nove dalla polizia che se la prende con comodo. Incendio sul vesuvio: 5 frasi celebri su di lui. Il Vesuvio è anche il vulcano più ricco di storia e di cultura. Io ho contati duecentocinquanta appellativi della Vergine: e non sono tutti. Il napoletano invece, se si decide, preferisce il bagno: s’intallea come si dice a Napoli, cioè si attarda e tiene tutto il tempo che vuole per pensare. Da questa voragine uscivano suoni straordinari, che sembravano provenire dalle viscere della montagna. Siamo ancora più nel profondo che alle "Madri". Quattro o cinque tengono il primato.” La scrittrice Matilde Serao, che conosceva Napoli come le sue tasche, la descrive come mistica e suggestiva, piena di santi patroni, a cui vengono dati i più svariati appellativi. Sta come studio candido di cigni; Il nero Vesuvio leva il capo, cinto di rossi riccioli.” Bellissime e cariche di emozione sono le parole di Hans Christian Andersen per Napoli. Solo guardandoti sento la sicurezza d'essere a casa e la minaccia tua costante che insegna a non perdere l'allerta. Il Vesuvio è un bambino in confronto a questo gigante!“ — Carl August Schneegans 1835 … Visualizza altre idee su citazioni motivazionali, citazioni sagge, riflessioni. “Napoli è rimasto per me un certo paese magico e misterioso dove le vicende del mondo non camminano ma galoppano, non s’ingranano ma s’accavallano, e dove il sole sfrutta in un giorno quello che nelle altre regioni tarda un mese a fiorire.” Ippolito Nievo riflette sulla vivacità della città, sempre viva e carica di emozioni, come fosse una scintilla. Ci si sente di fronte alle nude leggi della materia della gravità e della combustione, eliminata ogni forma di vita organica. Il vecchio cratere di, Allora io, rivoltomi da quella parte con i miei limpidi occhi, contemplando quella figura informe e percorrendo con lo sguardo il suo aspetto, nient'altro che un ammasso nerastro di terra, dissi: quello con il dorso prominente, quello con la schiena curva e dentellata, che raggiunge e fende il cielo? Ero sul ponte. È anche il vulcano che ha provocato la formazione di una delle aree archeologiche più importanti e più visitate del pianeta, facendo tutt'ora da scenario imponente, maestoso e minaccioso a chi si reca in visita agli scavi di, Quello del Somma-Vesuvio è il più piccolo Parco nazionale d'. L'autore si rivolge al monte Cicala, nel territorio, Giuliana, duchessa di Giovine (1766-1805), moglie del duca Nicola di Girasole, dama di corte della regina, https://it.wikiquote.org/w/index.php?title=Vesuvio&oldid=1087819, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Avvertenze di consultazione ed esclusione di responsabilità, Al Vesuvio a dorso di cavallo. (Matilde Serao) Presto ritornerò a questa lieta Firenze, dove solamente posso vivere. Figuratevi un enorme fuoco d'artificio che non s'arresta per un solo minuto. (, Mentre io stavo seduto sulle rovine della villa di Giove, contemplando lo splendido golfo irradiato dal sole, il Vesuvio che fumava mi parve quasi il, Nelle sue falde si fanno i vini più squisiti chiamati da' Napoletani Lagrima e Greco, e frutta le più delicate; e ciò si attribuisce alle ceneri che cadono dal Monte sul sottoposto terreno, le quali impregnate di solsi, e mischiate colle acque piovane rendono fertilissime le campagne, e più saporose l'erbe e le frutta. Sono convinta che il potere della scrittura sia disarmante. Quello spettrale Cesare dalla testa di cane, seduto sul suo trono di lava e di cenere, spaccava il cielo con la fronte incoronata di fiamme, e orribilmente latrava. “Verba volant, scripta manent”.Passione innata, fonte di conoscenza e di gratificazione personale, la scrittura è tutto ciò che amo di più in assoluto, in concomitanza alla letteratura, alla linguistica, all'arte in ogni sua forma, alle lingue straniere ed alla cucina. La straordinarietà e la bellezza del capoluogo della Campania trova immortalità in alcune delle citazioni su Napoli che abbiamo raccolto qui. L’ho riconosciuta da un quadro (della mamma?). Una forza della natura meridionale appena sopportabile, dolore giubilante del divenire. Nessuno di questi distruttori e consumatori dell'essere umano Napoli presenta. Vigneti sulle pendici. Infatti la bocca di quella montagna, lottando contro la natura, brontola con sforzi tanto enormi che il conseguente sfogo terrorizza le vicinanze con un una scossa molto rumorosa. Il preteso eremita spesso un bandito, convertito o meno: buona idiozia scritta nel suo libro, firmata da. La vista del Vesuvio e di altri luoghi appagano l’animo e dando un senso di infinita pace. Una forte eruzione come quella del 1814, per esempio, deve essere uno spettacolo incredibile. Partendo dal suo pensiero, così come Fanpage.it ha raccolto le dieci delle frasi più significative mai scritte su Napoli noi abbiamo deciso di riproporle. Aggrappato alla guida. Scrivo per imparare, per ricordare, per esprimermi, per raccontare, per informare e per sentire quel brivido di vita che solo la scrittura e poche altre cose possono dare. Arrampicata sulle ceneri. “Il napoletano lo si capisce subito da come si comporta, da come riesce a vivere senza una lira.” Non poteva mancare una riflessione del grande ed indimenticabile Totò, che ha messo in risalto la capacità di adattamento del suo popolo anche in situazioni di difficoltà, soprattutto economiche. No, Napoli appartiene al Vesuvio! Il Vesuvio è il cuore, è l’anima, è il sunto di tutti gli splendori del Golfo; è il rubino gigantesco che sta come il fermaglio in questa collana di perle composta dal cielo, forse per adornare il seno di Venere, e smarrita fra le alghe del Genio della spensieratezza. 7. Curiosità e frasi celebri Tutte le curiosità su L'ombra nera del Vesuvio e le frasi celebri: ecco le cose curiose che potrebbero esser sfuggite allo spettatore. Non tutti sanno che l’autore di questa frase è lo scrittore tedesco Wolfgang Goethe che durante un suo viaggio in Italia nel febbraio 1787 dopo aver visto Napoli scrisse queste parole. 8. Alle radici di questa avvenne una battaglia famosa tra Romani e Latini, nella quale Publio Decio, console, per ottenere la vittoria si dedicò agli Dei profondi, e quindi morì.